Sedile Lamborghini Gallardo

  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • : Function ereg() is deprecated in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/file.inc on line 645.
  • warning: Parameter 1 to tac_lite_node_grants() expected to be a reference, value given in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/module.inc on line 203.
  • warning: Parameter 1 to tac_lite_node_grants() expected to be a reference, value given in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/module.inc on line 203.
  • warning: Parameter 1 to tac_lite_node_grants() expected to be a reference, value given in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/module.inc on line 203.
  • warning: Parameter 1 to tac_lite_node_grants() expected to be a reference, value given in /home3/latisana/public_html/ergolab/includes/module.inc on line 203.

Il progetto, che costituisce un esempio di collaborazione, nel campo dell’innovazione, tra Università e Industria, vede coinvolti, con l’Ateneo friulano e la Lamborghini Auto spa del gruppo Audi-Volkswagen, Ergolab,  l’Ente di certificazione ErgoCert, la Dorelan spa di Forlì, la Progec di Pordenone dell'Ing. Maurizio Cardone, la collaborazione dell'Ing. Marco Avaro e l’Ortopedica Variolo di Udine.
 


 
Il primo obiettivo della ricerca, durata oltre sei mesi, è stato ricavare il dato che potesse permettere ai ricercatori di dire che una seduta, in posizione statica, è più o meno confortevole. Per questo, nell’ambito del progetto, è stata sviluppata una specifica matrice di pressione e un relativo software di elaborazione, creato a hoc alla Progec di Pordenone.
 
Mediante l’elaborazione di programmi computerizzati, è stato possibile definire una vera e propria mappatura delle pressioni esercitate dal corpo del pilota sul sedile. Bisogna ricordare che il confort, in una vettura ad alte prestazioni, costituisce un fondamentale elemento di sicurezza, in quanto evita traumi cumulativi che possono condizionare in senso negativo l’attenzione durante la guida. Le conoscenze acquisite possono essere facilmente applicate per la valutazione di qualsiasi seduta tradizionale: dalla sedia da cucina a quella d’ufficio, fino ad arrivare alle sedute d’attesa a quelle per disabili e agli imbottiti.
 
Grazie allo studio è stato possibile misurare in modo assolutamente chiaro e intuitivo anche per i non addetti ai lavori, l’indice di confort di una seduta sia esso Diffuso o Localizzato, un modello che può essere applicato a tutti i tipi di sedute. Le misurazioni effettuate su sedili Lamborghini hanno evidenziato che utilizzando la stessa scocca rigida del sedile, ma rivestita con imbottiture diverse, gli indici di confort strumentale variano da un minimo di 1.8 ad un massimo di 4.9 che sta a significare che se viene definito con il valore 1 (uno) l’indice di confort ottenuto sedendosi su una superficie assolutamente rigida come una lastra di marmo, il sedile peggiore è molto vicino ad una rigidità assoluta, mentre il più confortevole è quasi tre volte più confortevole del primo.
 
Tale risultato, oltre a definire strumentalmente un indice in modo scientifico consente, normalizzando i dati ottenuti, di rendere indipendente l’indice di confort dalla variabile peso della persona che si siede sul sedile.
 
Le ricadute applicative dei risultati ottenuti in questo studio sono molteplici e vanno dalla possibilità per le aziende di correggere i loro prodotti in fase di sviluppo senza affidarsi alle intuizioni dei designer o ad ipotesi non verificate, a quelle di operare personalizzazioni del prodotto efficaci e dimostrabili, fino a giungere alla possibilità di certificare il confort delle sedute.
 
Lamborghini Auto, azienda del Gruppo Audi Volksvagen ha compreso la potenza dello strumento messo a punto dai ricercatori udinesi e ha richiesto di acquisire la tecnologia per il suo reparto Ricerca e Sviluppo. 
 
Il passaggio successivo della ricerca è quindi rappresentato dall’applicazione dei concetti emersi in una condizione “dinamica” (su strada e su pista) che rappresenta poi la condizione d’uso tipica del sedile della vettura presa in esame per acquisire nuovi dati utili a comprendere sempre meglio le complesse problematiche legate al Confort in condizioni d’uso definite “al limite” come quelle che si realizzano su una vettura da competizione, ma anche a bordo di aeromobili.
 

<< indietro a: